Cos’è la devitalizzazione

Cos’è la devitalizzazione

“Devitalizzazione” è un termine che letteralmente significa “togliere la vita”.
In gergo odontoiatrico consiste nella rimozione della polpa dentaria, ricco di vasi e nervi.
È proprio quando questo tessuto molle si infiamma o muore a seguito di carie o traumi che la devitalizzazione diventa necessaria.
Se noi immaginiamo la principale complicanza della carie la pulpite, il paziente riferirà un dolore di tipo:

  • Pulsante;
  • Irradiato;
  • Di difficile localizzazione;
  • Che si accentua nelle ore notturne o in posizione distesa;
  • Accentuato dal caldo e dal freddo nelle prime fasi e attenuato dal freddo nelle ultime fasi.

Nella fase finale (di pulpite purulenta) molti pazienti trovano sollievo mantenendo in bocca dell’acqua, proprio perché il freddo tende ad attenuare i sintomi.
Superata anche questa fase, si giunge alla necrosi della polpa, ovvero il dente non riceve più sangue e nutrienti e muore.
In questo caso il paziente non avvertirà più dolore.

Perchè la devitalizzazione è necessaria?
Un dente “morto”, pur essendo asintomatico resta pur sempre un serbatoio di microbi che vanno rimossi.
L’eventuale persistenza di un elemento dentario necrotico infatti, può portare a ulteriori complicanze quali ascessi, granulomi o cisti.
Di conseguenza la devitalizzazione mira a eliminare questo serbatoio di microbi e di cellule morte dai canali della radice tramite l’utilizzo di strumenti manuali e meccanici.
Dopodiché si procederà con l’otturazione dei canali radicolari e infine con la ricostruzione della corona del dente.
Chiamaci per prenotare la tua visita presso lo studio dentistico Lo Cascio di bagheria

Il nostro compito: Aiutarvi a sorridere!

Chiama Ora
+39091903529